5 modi per migliorare le nostre ricerche su Google

0

L’algoritmo che gestisce il motore di ricerca di Google è tra i più all’avanguardia di Internet ma spesso, come gli esperti di telecomunicazioni sanno bene, troppe informazioni è lo stesso di nessuna informazione; specie quando stiamo cercando qualcosa di specifico e finiamo per naufragare tra collegamenti ipertestuali e reindirizzamenti di ogni sorta. Con l’intento di risolvere questo problema e migliorare la precisione delle mie ricerche ho scovato un vademecum che vi riassumo nei prossimi 5 punti.

1 – Su Google funzionano i connettivi logici

Il primo passo per migliorare le proprie ricerche è sfruttare i connettivi logici ovverosia or, ~ (tilde), * e.

Se inseriamo or tra due termini di ricerca (o, in alternativa, il carattere |) possiamo visualizzare i risultati relativi a entrambi i termini di ricerca.

Utilizzando la tilde, cioè ~, possiamo avviare una ricerca dei sinonimi del termine che ci interessa.

Inserendo l’asterisco * al termine di una porzione di frase o di parola di cui non ricordiamo l’esattezza potremo farci aiutare da Google per completarla e cercarla.

Con il connettivo invece escludiamo un termine dalla ricerca. Ad esempio ricette  – carne.

2 – Ricerca all’interno di siti

Con Google possiamo anche cercare all’interno di un sito semplicemente scrivendo l’indirizzo del sito seguito dall’argomento oggetto della nostra ricerca. Ad esempio “youlinko.com offerte Tre

3 – Il comando AROUND e la ricerca di intere frasi

Questa è una vera chicca: su Google è infatti possibile cercare un’intera frase anche se non ci ricordiamo tutte le parole. Basterà ricordarsi approssimativamente quante parole non ricordiamo. Un esempio:

Voi ch’avete AROUND (7) versi strani = Google vi restituirà come risultato il IX canto dell’Inferno di Dante Alighieri dov’è contenuto il verso “O voi ch’avete li ‘ntelletti sani, mirate la dottrina che s’asconde sotto ‘l velame de li versi strani”.

Se invece la frase ve la ricordate tutta allora vi basterà inserirla tra virgolette per farla cercare all’interno del contesto di riferimento dal motore di ricerca.

4 – I comandi intitle: e inurl:

Con il comando intitle: seguito dalla parola chiave della ricerca avremo come risultato tutti i riferimenti nel cui titolo compaia la parola in oggetto

intitle:iphone8 ci restituisce post e articoli che hanno nel titolo la parola iphone8

Con il comando inurl: invece avremo l’elenco degli URL con la sintassi del comando precedente.

5 – Il comando related:

Questo utilissimo comando potenzia la possibilità di interfacciare gli argomenti quando facciamo una ricerca su Google. Inserendo la sintassi related: seguito dalla parola chiave della ricerca avremo tutta una lista di risultati collegati con quello che stiamo cercando. Di solito torna utile per trovare siti internet inerenti a uno che conosciamo già.

Via Bright Side

Entra sul canale Telegram !