Addio a Marvin Minsky, il padre della IA

0

Oggi è un giorno di lutto per il mondo della tecnologia. Ci ha infatti lasciato Marvin Minsky, il padre dell’intelligenza artificiale nonché creatore di HAL 9000, il computer assassino di 2001: Odissea nello spazio.

Conosciuto a pochissimi, Marvin Minsky è stato tra i fondatori del principale gruppo di ricerca sulla IA del MIT dal 1959 e negli anni i suoi studi su come rendere una macchina capace di pensare come un essere umano lo hanno fatto diventare un guru del settore oltre a far nascere ogni sorta di sperimentazione in questo settore.

Alla base del pensiero innovativo di Marvin Minsky c’era la teoria secondo la quale un’intelligenza non è una serie ordinata di processi indipendenti ma piuttosto un sistema di processi che interagiscono tra loro: questo sta alla base della sperimentazione sugli algoritmi predittivi o sui software che permettono alle macchine di imparare autonomamente una serie di processi e prendere decisioni.

Come già detto all’inizio del post, Marvin Minsky fu avvicinato da Stanley Kubrick e da Arthur Clarke in occasione della stesura della sceneggiatura di 2001: Odissea nello spazio. Al genio di Minsky fu affidato il compito di tracciare la personalità di HAL 9000, il vero protagonista del film che per chi non lo sapesse trae il suo nome da un simpatico scherzo che la produzione del film volle fare all’epoca: le lettere H, A, e L precedono nell’alfabeto le lettere I,B ed M. Questo acronimo vi ricorda qualcosa?

Entra sul canale Telegram !