Addio alla porta VGA, Intel la boccia con Skylake

0

Forse in pochi se ne saranno accorti ma, nelle nuove schede madri non è più presente il connettore VGA, un must per quanto riguarda i collegamenti video tra monitor e motherboard fino a qualche tempo fa. Non c’è stato nessun annuncio da parte di Intel che nella nuova serie di processori con architettura Skylake non ha inserito il supporto VGA visto che gli standard qualitativi e prestazionali richiedono un collegamento migliore come quello HDMI.

In realtà il VGA, acronimo di Video Graphics Array, era stato già abbandonato un anno fa, eravamo nell’estate  del 2015, per lasciare il posto a tecnologie più performanti e meno datate dopo oltre 30 anni di onorato servizio. Chiunque abbia armeggiato con l’hardware di un PC sa bene quanto questa porta sia stata importante nella storia dell’informatica, ma il mondo della tecnologia deve andare avanti. Quindi non rimane che il ricordo, datato 1987, di uno standard per collegamenti video universale, versatile e tanto geniale da rappresentare una rivoluzione nel campo della grafica da PC: non più colori fissi e standard approssimativi e scadenti ma una tecnologia che prende informazioni dalla RAM e le visualizza, in pixel, sul monitor utilizzando fino a 16 milioni di colori scelti da una tabella con 64 opzioni.

Il VGA così si aggiunge ad altri ricordi malinconici del mondo dell’hardware e dell’informatica in generale. I più nostalgici ricorderanno il floppy, i nastri magnetici, la porta seriale e tra poco anche il CD come simboli di un glorioso passato destinato a essere ricordato con affetto. La colonna sonora di questo post potrebbe essere, infatti, il suono della connessione del modem a 56K. La lacrimuccia scende…

Entra sul canale Telegram !