Ancora pochi giorni e poi sarà Pokemon Go

0

La terra del Sol Levante non è nuova ai fenomeni virali e a quanto pare dalle ultime notizie nemmeno al reboot degli stessi: se i Pokemon sono stati gli idoli di tantissimi ragazzi durante gli anni 90, oggi l’app Pokemon Go potrebbe diventare il punto di riferimento per moltissimi appassionati dei mostri da taschino (Pocket Monsters = Pokemon) ma anche per molti nuovi curiosi che, come il sottoscritto, non sono stati colti dalla febbre da piccoli.

Gotta catch’em all!!

In sostanza Pokemon Go ci fa rivivere le esperienze di un allenatore di Pokemon ma il bello è che i mostriciattoli sono nascosti in giro per il mondo. Il mondo reale. Quello che dobbiamo fare è tenere attiva la localizzazione sul nostro smartphone e leggere le notifiche dell’ app che ci avvertiranno se dalle nostre parti c’è un Pokemon da catturare. Possiamo anche visualizzare una mappa con le segnalazioni dei vari avvistamenti e con l’ubicazione delle palestre dove potremo partecipare a tornei e testare il nostro piccolo esercito. Così potremo trovare mostri di tipo acqua vicino a fiumi o laghi oppure mostri di terra vicino ai campi coltivati. Man mano, poi, che troveremo più esemplari della stessa creatura potremo farla evolvere.

Senza acquisti-in-app, forse…

Pokemon Go è completamente gratuito e pare che non preveda alcun tipo di acquisto-in-app, una notizia che farà felice tantissimi giocatori e appassionati visto che dei pay to win cominciamo un po’ tutti ad averne abbastanza. Vero Clash Royale?

Disponibile in settimana

Pokemon Go arriverà ufficialmente in Italia entro questa settimana, si parla del 15 luglio ma la data non è certa visto che i server sono stati presi d’assalto dagli utenti, e sarà compatibile con i sistemi Android e iOS. Anzi, per Android c’è già in giro un file eseguibile per scaricare l’app prima del lancio mentre gli amici di casa Apple possono provare ad accedere allo store Canadese o Australiano per scaricare l’app (in inglese).

Entra sul canale Telegram !