Android compie 8 anni e festeggia con la versione Nougat

0

Per noi umani 8 anni sono un tempo relativamente breve: se pensiamo a dove eravamo 8 anni fa magari ci prenderà un po’ di nostalgia ma, nell’evoluzione delle nostre peculiarità biologiche, questo periodo rappresenta un granello di sabbia. Così non è nel mondo delle tecnologie dove lo stesso lasso di tempo rappresenta l’equivalente di un’era geologica e un altro po’. Se pensiamo, infatti, a 8 anni fa, pensiamo a un mondo senza Android, eh sì, perché il robottino verde ha appena compiuto 8 anni.

Buon compleanno!

Il 23 settembre del 2008 veniva rilasciata la release 1.0 del sistema operativo mobile Android, implementata in uno smartphone HTC, che già presentava il supporto a Youtube, un primo embrione del Play Store e i widget, l’elemento che ha reso questo SO distinguibile dalla concorrenza. Dopo pochi mesi si sono succedute le diverse versioni a partire da Cupcake, nell’aprile del 2009, e poi Donut, Eclair, Froyo, Gingerbread, Honeycomb, Ice Cream Sandwich, Jelly Bean, KitKat, Lollipop, Marshmallow fino a Nougat. E siamo arrivati ad agosto 2016. In 8 anni 13 versioni di Android hanno creato il mito.

Responsabile della rivoluzione digitale

Per chi non lo sapesse, Android è uno dei protagonisti responsabili della rivoluzione digitale che ha investito negli ultimi dieci anni il mondo della tecnologia mobile. Prima era il SO a doversi adattare all’hardware che lo ospitava ma negli anni il trend che è maturato è esattamente l’opposto: la componentistica fisica deve essere asservita al software. In quest’ottica sono scomparse le tastiere fisiche grazie allo sviluppo dei touch e ben presto vedremo scomparire anche ogni sorta di tasto meccanico. L’elettronica sostituisce la meccanica anche grazie al piccolo robottino verdognolo.

Entra sul canale Telegram !