Black Mirror Bandersnatch: l’easter egg più misterioso contiene Nohzdyve in versione giocabile

L’episodio interattivo “Bandersnatch” della popolare serie Netflix a tema distopico Black Mirror è al centro di numerosissime speculazioni e teorie da parte di milioni di appassionati della serie: tra queste, la possibilità che il titolo Nohzdyve, gioco “retrò” creato dal game designer Colin Ritman, esista davvero anche nella realtà.

Black Mirror Bandersnatch: Nohzdyve esiste ed è giocabile

Articoli simili

Alcuni ingegnosi quanto informati spettatori, infatti, hanno notato la presenza di un easter egg nascosto in uno dei possibili finali dello show, in cui Stefan Butler, a bordo di un bus, decide di ascoltare una cassetta contenente un curioso suono, all’apparenza disturbante e fuori luogo.

In realtà, il suono in questione è ben noto a tutti gli appassionati di retrogaming, essendo tipico dell’hardware di ZX Spectrum, computer su cui Stefan decide di creare il gioco Bandersnatch: utilizzando un emulatore e avviando il playback dell’audio, è possibile rivelare un codice QR che rimanda ad una pagina nascosta del sito promozionale dello show https://www.tuckersoft.net/ealing20541/nohzdyve/ da cui è possibile scaricare un file .tap contenente il gioco Nohzdyve.

Una volta ottenuto il file, è sufficiente avviarlo tramite un qualsiasi emulatore ZX Spectrum, tra cui Speccy, e ammirare ancora una volta in più il numero di segreti ed easter egg di cui la serie ormai ci ha reso partecipi da anni.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Entra sul canale Telegram !

Commenta questa News :-)

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy