BrainLink: spostiamo gli oggetti con il pensiero

Per la serie gadget strani che ci inquietano un po’, oggi vi presento un controller cerebrale in grado di rilevare le nostre onde cerebrali e di aumentare le nostre skill riguardo l’utilizzo del nostro cervello. Si, lo so, è strano e sembra una stupidaggine ma di BrainLink ho sentito parlare sempre più spesso nelle ultime settimane e chi l’ha provato non ha potuto non sottolineare la stranezza del gadget.

Dunque, BrainLink si presenta con una struttura ad archetto che va indossata sulla fronte mentre un gancetto di plastica va fissato al lobo dell’orecchio. A questo punto basta avviare l’app sullo smartphone e avremo una lettura del nostro encefalogramma: difficile che qualcuno di noi, scelto a caso, sappiamo interpretare un grafico del genere, ma tant’è che la cosa suscita parecchio interesse ed è sicuramente oggetto di studio.

Quello che si propone BrainLink però non è solo analisi delle onde cerebrali ma potenziamento. L’app prevede tutta una serie di attività in cui ci verrà richiesto di effettuare delle operazioni sullo schermo, come spostare oggetti o far muovere personaggi, senza l’ausilio delle mani. Dovremo concentrarci e riuscire a spostare l’oggetto o, peggio, mantenerlo in equilibrio, con il solo sforzo di concentrazione. E’ un’attività che, da come ho letto, stanca parecchio già dopo 5 minuti.

Per chi fosse incuriosito dalla cosa basta recarsi sul sito Banggood, il gemello asiatico di Amazon, e spendere una cifra compresa tra i 280 e i 300$. Manco poco…

Entra sul canale Telegram !

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.