Controlliamo il flusso delle informazioni di WhatsApp

0

WhatsApp ha oltre un miliardo di iscritti ma quanti di essi conoscono delle funzioni specifiche dell’app? Quanti si sanno destreggiare tra spunte, doppie spunte, gruppi e gestione dei dati? Io mi auguro molti ma, se facessimo un sondaggio non mi stupirei di scoprire che invece sono molto pochi. Ecco qualche piccola dritta per sfruttare al meglio un servizio di comunicazione così potente.

Privacy e spunte

Se apriamo WhatsApp e andiamo su Impostazioni/Account/Privacy possiamo decidere se far visualizzare a tutti i nostri contatti la data del nostro ultimo accesso, la foto profilo e lo stato su cui abbiamo impostato il nostro profilo; poco più in basso possiamo disattivare le spunte blu rendendo impossibile agli altri sapere se abbiamo visualizzato o letto il loro messaggio. Occhio però che se oscuriamo la data del nostro ultimo accesso e le spunte blu non potremmo visualizzare queste informazioni neanche per gli altri utenti. C’è della democrazia in questo.

Consumo dati

Sempre su Impostazioni/Uso Dati possiamo impedire che WhatsApp prosciughi il nostro saldo di Gb mensili. Come ogni app connessa ad internet, anche il nostro amico sfrutta la connessione, domestica e on the road, per tenerci sempre in contatto con il mondo ma, se non andiamo a spuntare la dicitura Consumo Dati Ridotto, rischiamo di vedere i nostri Gb prosciugati come acqua nel deserto. Altra impostazione importante da padroneggiare è il blocco del download automatico dei contenuti sotto 4G o Wi-Fi. Se, e sto facendo giusto un esempio, abbiamo a che fare con numerosi gruppi di amici che mandano tante foto o video, possiamo bloccare il download di questi contenuti quando siamo sotto 4G o 3G per limitare il consumo di Gb. Li scaricheremo con calma quando arriviamo a casa o in un bar dotato di Wi-Fi. Per farlo dobbiamo impostare le restrizioni per Immagini, Video, Audio e Documenti scegliendo tra le opzioni solo Wi-Fi, Wi-Fi e cellulare oppure Mai.

Grassetto, corsivo e sbarrato

Infine una chicca: su WhatsApp è possibile eseguire una semplice formattazione del testo aggiungendo dei caratteri particolari prima e dopo dello stesso. In particolare:

  • Grassetto: basta mettere un asterisco prima e dopo la frase. Così: *iReal* e dovrebbe apparire così: iReal
  • Corsivo: inseriamo l’underscore così: _iReal_ e diventa iReal
  • Sbarrato: inseriamo la tilde ~ così: ~iReal~ e diventa iReal

Nota: la tilde sulla tastiera dello smartphone è una bella sfida. Si trova nella terza pagina dei simboli.

Entra sul canale Telegram !