Diretti su Alpha Centauri con Breakthrough StarShot

Chi di voi abbia già visto il film Guida Galattica Per Autostoppisti ricorderà di certo il discorso del Prospettico Vogon in cui il burocrate alieno spiegava come i piani di distruzione della Terra, per permettere l’attraversamento di un’autostrada intergalattica, fossero esposti da anni su Alpha Centauri. In realtà Alpha Centauri è la stella a noi più vicina dopo il sole, dista appena 4,37 anni luce (poco più di 40 miliardi di chilometri!) e potrebbe essere raggiungibile se andrà in porto il progetto Breakthrough StarShot.

Nonostante il nome, Breakthrough StarShot, faccia pensare a una specie di piano di attacco, si tratta in realtà di un progetto portato avanti dal genio indiscusso di Stephen Hawking e dalle disponibilità finanziare del miliardario russo Yuri Milner, con l’aiuto del buon Mark Zuckerberg che comincia a mettere le manine in pasta un po’ ovunque. Tale progetto prevede di far compiere un viaggio interstellare a delle piccole astronavi, grandi all’incirca come uno smartphone, piene di sensori e di sonde per la rilevazione attraverso le distanze spaziali che ci separano da Alpha Centauri. Un viaggio che durerà ben 20 anni.

Breakthrough StarShot aprirà la strada, forse, per i viaggi interstellari ma, cosa più importante, ci porterà a conoscere un sistema di stelle diverso dal nostro e le informazioni che ne ricaveremo potrebbero confermare o addirittura ribaltare la nostra limitata conoscenza del cosmo.

Entra sul canale Telegram !

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.