Due parole sul film di Assassin’s Creed

Il lungometraggio dedicato al mondo di Assassin’s Creed non arriverà nel nostro Paese che nel primo trimestre del 2017 e fino ad allora non possiamo che gustarci le indiscrezioni e i rumors che arrivano dagli USA dove gli Studios sono impegnati a ricostruire la Spagna del XV secolo unificata sotto la guida di Carlo V.

Nell’impero sul quale non tramontava mai il sole si creò la potenza coloniale iberica ma anche il periodo del terrore rappresentato dall’Inquisizione spagnola e dal celebre personaggio di Torquemada. Insomma un periodo storico carico di interesse e di spunti narrativi per ambientarci la trama di un film che si discosta pesantemente dalla storyline che ha coinvolto Altair, Ezio, Connor e gli altri personaggi protagonisti della saga videoludica. Il nostro eroe, Aguilar, interpretato da Michael Fassbender, si troverà coinvolto in una storia che rimanda tantissimo per ambientazione, azione e oggetti di scena ai vari episodi di Assassin’s Creed ma che sarà qualcosa di completamente nuovo e questo, da fan del brand, per me rappresenta un punto di forza.

Nel film su Assassin’s Creed ci sarà l’Abstergo, e le vicende si svolgeranno per più di metà della pellicola nel presente mentre solo il 35% sarà nel passato: questo è un punto su cui bisogna riflettere particolarmente perché il grosso del successo della serie è determinato dal balzo storico nel passato mentre le missioni nel presente sono sempre risultate un po’ insipide (parere personale).

Vabbè, il film lo vedremo nel 2017 ma già sappiamo che Assassin’s Creed avrà ben due sequel legati al successo della prima pellicola.

Entra sul canale Telegram !

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.