Facciamo i conti in tasca a Facebook

0

Facebook oltre ogni limite. La creatura di Mark Zuckerberg ha chiuso l’ultimo trimestre del 2015 con un utile netto di 1,56 miliardi di dollari, calcolato in base al fatto che la singola condivisione fa guadagnare al social 0,79$.

Il successo economico di Facebook deriva dalle statistiche di utilizzo che raccontano un dato importante circa le abitudini degli internauti e dei social addicted. Pare infatti che ogni mese il sito registri ben un miliardo e mezzo di accessi al quale si devono aggiungere gli 800 milioni di accessi per Facebook Messenger e gli oltre 900 milioni di WhatsApp; stando sempre alle stime mensili, un miliardo di utenti usa i gruppi, 500 milioni sfruttano gli eventi programmati e 50 milioni l’app Pages di Facebook. L’oggetto più venduto su Facebook (nei paesi dove ciò è possibile) è il Samsung Gear VR.

Il dato relativo alla chiusura degli utili del 2015 è tanto più importante quanto si considera che rispetto al 2015 l’utile è cresciuto del 51% a testimonianza che il lavoro svolto dal team di sviluppo è stato mirato e preciso e che i tentativi sempre più insistenti di coinvolgere le aziende stanno dando i loro frutti. Vorrei ricordare che il successo di Facebook affonda le sue radici nel primo decennio degli anni 2000, un periodo nel quale il sistema economico mondiale cominciava a scricchiolare e gli investitori presto si sarebbero accorti della voragine finanziaria provocata da alcune banche americane: in tutto questo, il buon Zuckerberg ha messo in piedi veramente un’azienda vincente.

Entra sul canale Telegram !