Finestra o pannello solare? Entrambi grazie al grafene

Nel futuro potremmo avere finestre di casa che funzionano come pannelli fotovoltaici in grado di produrre energia e contemporaneamente far passare la luce per le nostre stanze: magia? No, un’applicazione, tra le tante, del nuovissimo materiale che risponde al nome di grafene e del quale abbiamo già parlato in diversi post precedenti.

Un team di ricercatori dell’Università di Tor Vergata, impegnati nel progetto CHOSE, è riuscito a realizzare un modulo solare in grafene della grandezza di 50 cm quadrati: il nuovo materiale ha sostituito il platino, normalmente usato in queste applicazioni, realizzando un considerevole risparmio economico, inoltre il grafene, usato sotto forma di inchiostro, è stato applicato con una procedura veloce e sicura spruzzandolo come uno spray. Ulteriore vantaggio nel sostituire il platino è anche quello di avere un modulo più stabile poiché il prezioso materiale tende a deteriorarsi e a far decomporre l’elettrolita che è il motore chimico del processo.

Il prototipo di pannello solare al grafene ha già convinto gli addetti ai lavori anche se ulteriori modifiche sono necessarie per migliorare la resa visto che il modulo è stato testato con un elettrolita studiato appositamente per il platino: con le modifiche giuste presto potremmo montare nelle nostre case delle finestre dalla doppia utilità.

Entra sul canale Telegram !

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.