FruitFly, il malware Mac passato inosservato dal 2014

0

FruitFly è un nome relativamente nuovo nel panorama dei malware Mac, che hanno registrato un’impennata crescente nel corso degli ultimi 5 anni a causa di una diffusione continua della piattaforma MacOS. Nonostante questo, si tratta di un attacco che affonda le sue radici nel lontano 2014, in cui ha iniziato indisturbato a colpire Yosemite, l’ultimo update del sistema operativo della casa di Cupertino. Da allora, diverse centinaia di sistemi sono stati colpiti con attacchi di keylogging, cattura di screenshot e video all’insaputa dell’utente, e monitoraggio delle sue attività, fino alla scoperta del codice malevolo effettuata da Malwarebytes.

Fruitfly: la crescita del malware MacOS

Esistono all’attivo diverse versioni di Fruitfly, basate su fork dello stesso codice riscritto, in modo da poter eludere con più facilità i sistemi di sicurezza dei Mac user. In aggiunta al redivivo malware, si aggiungono tra le minacce che possono accompagnarlo strumenti come MacSpy e MacRansom, nati nel dark web e pronti a diffondersi anche in “superficie”, nel clear web a causa di link a download corrotti o allegati e-mail malevoli: rimaniamo in attesa di una patch definitiva da parte dei security labs che hanno recentemente scoperto il caso.

Entra sul canale Telegram !