Google, il Safe Browsing su Android amplia le sue funzioni per una protezione più attiva

La tecnologia Safe Browsing di Google, per quanto sia già attiva su Android, può essere ancora migliorata grazie a qualche accorgimento, come dimostrato dalla sua recente attivazione su WebView, motore di web rendering integrato nell’OS.

I benefici per l’utente sono numerosi: dalla classica difesa della privacy e contro gli attacchi più comuni ai dati degli utenti, si passa anche alla visualizzazione di pagine-interstizio in cui si indica all’utente la presenza di un sito potenzialmente pericoloso.

Articoli simili

Google Safe Browsing: sempre più all’avanguardia

L’applicazione della tecnologia Safe Browsing a questi livelli permetterà inoltre la personalizzazione più precisa dei servizi Web che utilizzano determinate API per interfacciarsi all’utente, in modo da applicare i parametri di security più appropriati.

Al momento, l’attività di riconoscimento della tecnologia creata da Google si limita ad illustrare un avviso, rigorosamente in sfondo rosso, in merito ad un potenziale pericolo rilevato nel sito che ci si accinge a visitare, offrendo un pratico pulsante per tornare al sicuro: in futuro Safe Browsing potrà evolvere ulteriormente, indicandoci se le credenziali di accesso sono al sicuro ed in che modo proteggerle da eventuali attacchi.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Entra sul canale Telegram !

Commenta questa News :-)

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy