Google Play Store, il malware Xavier in oltre 800 applicazioni

0

Google Play Store ancora nell’occhio del ciclone per via di Xavier, il malware rivolto a sfruttare ads per insinuarsi nei dispositivi degli utenti nascosto in oltre 800 app gratuite. Non è certamente la prima volta in cui un software malevolo riesce a bypassare i sistemi di sicurezza di Play Store, che sta diventando a quanto pare una delle basi di propagazione di adware e trojan per dispositivi Android preferite dai cyberpirati.

Google Play nel mirino: arriva Xavier

Xavier non è che l’evoluzione di un adware già noto per aver ottenuto l’accesso remoto a diverse centinaia di dispositivi Android nell’arco dei passati due anni. Sfruttando degli ads per camuffarsi tra le applicazioni legittime, il nuovo attacco riuscirebbe ad estrapolare informazioni essenziali dal device dell’utente, tra cui dati personali, la rubrica e l’immancabile lista di siti visitati. Secondo Trend Micro, che l’ha rilevato con tempestività nelle ultime ore, il danno sarebbe stato contenuto dal fatto che Google sia intervenuta per eradicare Xavier dallo Store molto rapidamente.

Xavier su Play Store: come evitare il contagio

Malgrado la bolla Xavier sia esplosa, è possibile evitare un eventuale contagio utilizzando esclusivamente app di Top Developer certificati e di cui si trovano recensioni scritte da utenti italiani, evitando il fenomeno delle “fake reviews” che spesso simboleggiano la presenza di applicazioni compromesse: lo “stato di pericolo” su Play Store dovrebbe essere revocato entro poche ore.

Entra sul canale Telegram !