Huawei Mate 10 incorpora un’intelligenza artificiale per traduzioni affidabili

0

Huawei Mate 10 è stato rivelato ufficialmente da pochi giorni: nonostante questo, oltre al nuovo chipset Kirin 970 c’è un’altra news che ha portato il device Android di punta del brand cinese in testa alle cronache, ovvero l’integrazione di una NPU (Neural Processing Unit) in grado di offrire traduzioni precise in tempo reale, nonché interpretare diversi algoritmi per il machine learning che ne fanno un componente hardware piuttosto prezioso.

Huawei Mate 10: una sorpresa firmata Microsoft

La nuova NPU integrata in Mate 10 riesce a funzionare perfettamente in tandem con l’applicazione Microsoft Translator che la casa di Redmond ha realizzato in versione “speciale” per Huawei. Translator è preinstallata e pronta a fare leva su Kirin 970 e la sua unità per il language processing per traduzioni online e offline in tempo reale, utili per chi è solito comunicare all’estero in diversi contesti.

Le potenzialità di Translator vengono enfatizzate dalla presenza di “Language Pack” liberamente scaricabili, uno per ogni lingua estera, che potranno affinare sempre più la comprensione di contesto, parole e frasi in ogni traduzione su Mate 10: i primi test danno risultati particolarmente convincenti, e considerando questo primo step evolutivo della NPU Huawei non possiamo che aspettarci traduzioni sempre più in linea con il linguaggio “naturale”.

Entra sul canale Telegram !