Intel Loihi, l’intelligenza artificiale in grado di simulare un cervello umano

Intel è pronta a tornare alla ribalta del mondo AI predisponendo Intel Loihi, primo chip neuromorfico in grado di simulare diversi aspetti del cervello umano. Dotato di un’efficienza energetica a dir poco sbalorditiva se comparata con i precedenti chip studiati a questo scopo (circa 1000 volte più efficiente), Loihi è in grado di imparare dall’ambiente circostante, intermediando le informazioni appena apprese con la conoscenza precedentemente ottenuta.

Loihi è senz’altro diretto rivale di un altro chip AI che ha sorpreso particolarmente i tecnofili: TrueNorth di IBM, munito di 5,4 miliardi di transistor e dai core muniti di 1 milione di neuroni creati in via artificiale. Intel ha intenzione di portare alla ribalta il nuovo chip in ogni versante della tecnologia, con particolare attenzione per le operazioni offline, preferite rispetto al cloud per via dei minori tempi di latenza sviluppati.

Articoli simili

Intel Loihi, l’intelligenza artificiale si fa umana

Loihi ha un particolare pregio e vantaggio rispetto ad analoghe iniziative: la programmabilità di ogni singolo core, che può operare in maniera autonoma rispetto a tutti gli altri fornendo elaborazioni più rapide e precise. Il debutto del nuovo chip neuromorfico avverrà entro il primo semestre 2018, con applicazioni di vasta scala che un giorno potranno essere simulate anche dagli user “comuni”.

Entra sul canale Telegram !