Intel Movidius Neural Compute Stick: l’intelligenza artificiale diventa tascabile

Nonostante possa sembrare una classica USB pen allo sguardo dei più disattenti, Intel Movidius Neural Compute Stick è quella che si può definire la prima intelligenza artificiale “tascabile” della chipmaker statunitense. L’hardware, che segue la tradizione dei classici “Compute Stick” di Intel, PC da tasca da portare sempre con sé e pronti all’uso dopo un breve setup, è in grado di eseguire algoritmi complessi di AI, con uno sguardo particolare all’elaborazione grafica proposta dalla computer vision.

Articoli simili

Intel Movidius Neural Compute Stick: la prima AI da tasca

Il system on a chip integrato, un Myriad 2 con vision processing unit integrata, è predisposto al rilevamento di oggetti e al facial recognition, due cardini base della visualizzazione dell’ambiente circostante da parte degli algoritmi di intelligenza artificiale. I suoi 12 core permettono allo stick di raggiungere 100 GFLOPS di potenza di calcolo, con un consumo energetico tuttavia contenuto rispetto alle operazioni performate (1 watt), il che rende le nuove Movidius essenziali per i maker o alcune creazioni DIY.

Compute Stick per intelligenza artificiale: arriva Intel

I nuovi Movidius Neural Computer Stick sono inoltre modulari: possono essere combinati liberamente fino ad un numero di 4 unità per realizzare reti neurali complesse dal proprio notebook grazie al framework Caffe ed una semplice USB 3.0. Lo stick permette inoltre l’uso di feature AR/VR per rendere giocabilità e multimedialità più profonde e interattive, come potremo scoprire dopo la presentazione delle unità da parte di Intel agli utenti, prevista a partire dalla giornata di domani.

Entra sul canale Telegram !