iPhone: dalla Cina con furore

La notizia è veramente esilarante e spiazza anche il più sagace dei buontemponi: se dico iPhone, voi a cosa pensate? Come me e il 99,999% della popolazione mondiale, penserete al prodotto di punta di casa Apple ma, qualcuno potrebbe dissentire e, preparatevi alla bomba, dirci che iPhone è un marchio cinese di prodotti in pelle!

Ebbene si, in Cina il marchio iPhone non è (solo) riconducibile ad Apple ma a un famoso rivenditore di articoli di pelletteria contro il quale l’azienda americana ha combattuto e perso una battaglia legale durata ben 9 anni. Era infatti il 2007 quando Apple cercava di conquistare il mercato mondiale degli smartphone con il suo melafonino mentre in Cina manager e avvocati andavano in giro con borse di pelle, agende e portafogli targati iPhone: ne è nata una bega legale che Apple ha perso sostanzialmente perché in quegli anni, in Cina, il nome del prodotto non era tanto famoso e poi perché i due prodotti non sono paragonabili in quanto a tipologia quindi non c’è possibilità di fuorviare l’acquirente.

Probabilmente Apple ricorrerà in appello poiché è fortemente interessata a esportare i suoi iPhone anche in Oriente per contrastare la crescita esponenziale dei produttori asiatici come Xiaomi e soprattutto Samsung ma la notizia fa davvero sorridere e mi chiedo: un affezionato cliente di Apple non dovrebbe comprare, ad esempio, una custodia di pelle marcata iPhone per il suo iPhone??

Entra sul canale Telegram !

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.