Il tuo iPhone dura 3 anni: lo dice Apple

Il prossimo 22 Aprile si svolgerà l’annuale Giornata della Terra ovvero la ricorrenza che tende a celebrare il nostro pianeta e a porre l’attenzione su tematiche quali l’impatto ambientale dell’uomo e della tecnologia, specialmente della tecnologia poiché se già il ritmo della produzione di rifiuti del primo è insostenibile per il pianeta, che dire degli scarti industriali e dei materiali dei gadget obsolescenti che cambiamo a ritmo serrato? Bene, Apple ha deciso di diramare un appello a tutti i suoi aficionados e ha colto l’occasione per fornire un dato interessante: un utente Apple cambia il suo iPhone dopo 3 anni.

Non stiamo dicendo che l’iPhone dura tre anni, il che vale a dire che Apple non ha predisposto un decadimento programmato per costringerci a cambiare lo smartphone (ne siamo proprio sicuri?) ma è un fattore psicologico che ci porta, dopo 48 mesi, a decidere di passare a un modello più nuovo. Il dato è stato ottenuto incrociando i risultati delle vendite e l’adesione al programma Apple Renew che ci permette di sostituire l’iPhone restituendo il vecchio modello.

Questo dato deve farci riflettere sulle nostre abitudini di consumatori di elettronica. Un tempo chi comprava un telefonino lo teneva finché il livello di malfunzionamento non diventava snervante (io avevo un Motorola ribattezzato MotoBatman perché si caricava solo appendendolo a testa in giù altrimenti il connettore non faceva contatto) ma oggi si cambia per un ampio ventaglio di motivi che vanno dalla voglia di stare al passo coi tempi alla curiosità di provare uno smartphone di cui tutti parlano e iPhone rientra in quasi tutte le categorie. Se hanno inventato il leit motiv Bevi Responsabilmente forse è ora di inventarsi un Compra Responsabilmente.

Entra sul canale Telegram !

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.