Jaq, il powerbank che va ad acqua e sale

Arriva dalla Svezia un’idea rivoluzionaria che ci permetterà di ricaricare il nostro smartphone on the go sfruttando lo stesso principio di funzionamento delle odierne macchine da caffè a cialde: il sistema di ricarica di Jaq sfrutta infatti una reazione chimica tra semplice acqua e semplicissimo sale (cloruro di sodio) per generare una reazione da 1800 mAh in modo naturale, efficiente ed ecosostenibile.

Articoli simili

Il progetto Jaq prevede un’unita base con un’uscita microUSB per la ricarica e un alloggiamento per una cartuccia di ricarica che contiene le celle combustibili; ogni cartuccia assicura una carica completa per lo smartphone e la struttura in plastica rende minimo il costo di smaltimento.

L’unità principale di Jaq, grande più o meno come uno smartphone, costerà tra i 40 e i 50€ mentre le cartucce si assestano su poco più di 1€ cadauna. In Svezia il progetto vedrà la luce già in primavera ma bisogna tenerlo particolarmente d’occhio perché si tratta di un passo verso l’elettronica a impatto limitato sull’ambiente.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Entra sul canale Telegram !

Commenta questa News :-)

L'indirizzo email non verrà pubblicato.