Le famose “persone che potresti conoscere” per Facebook

0

Quante volte avete aperto la Home di Facebook e vi siete trovati di fronte una lista di persone che potresti conoscere? Talmente tante da non farci quasi caso, immagino ma, vi siete mai chiesti come faccia l’apposito algoritmo a proporvi persone che avete conosciuto per caso, magari a una festa di amici di amici, ma con le quali non avete contatti? Ebbene, basta veramente poco per finire nelle “grinfie” del suddetto algoritmo.

Facebook non ci spia

Sfatiamo subito uno dei miti che vanno più per la maggiore tra i critici e i detrattori del social: Facebook non ha accesso al contenuto delle mail o dei messaggi o delle telefonate. Ci sono leggi severe che regolano la privacy e nessuno (oltre la CIA s’intende) può ascoltare o leggere le conversazioni altrui per un proprio tornaconto. Il sistema che ci propone nuovi amici si basa su un algoritmo tanto efficiente quanto innocuo.

Le app di terze parti

Se volete per forza puntare il dito allora fatelo con le app di terze parti che scaricate nel vostro smartphone. Vi iscrivete, magari con le credenziali di Facebook e date al social il permesso di accedere alla vostra bio e ai vostri contatti. Da qui, il passo è breve: l’algoritmo incrocia tutti i dati a disposizione e crea una distribuzione di probabilità dalla quale evince tra i contatti che hanno scaricato la stessa app quali potreste conoscere. E’ quello che succede con Gmail, ad esempio: vi scambiate la mail con una persona e dopo qualche giorno Facebook vi propone il suo profilo come possibile candidato ad arricchire la vostra lista di amici.

Gestiamo ma non demonizziamo

Per quanto possa sembrare invadente e fastidioso, in realtà, Facebook lavora per offrirci un’esperienza quanto più confortevole per cui si può decidere liberamente di ignorare i suggerimenti di amicizia oppure completare in tutti i dettagli la propria bio in modo da avere suggerimenti più mirati. Sta a noi, alla fine, decidere di accettarli oppure no.

Source Wired

Entra sul canale Telegram !