macOS High Sierra, risolto definitivamente il bug APFS?

Uno dei bug macOS High Sierra più drammatici delle ultime release dell’OS, relativo al file system APFS tipico dei device della Mela, avrebbe finalmente una patch definitiva e soprattutto ufficiale. Si è chiuso così nelle ultime ore uno dei problemi di sicurezza principali del sistema operativo, che proponeva in chiaro la password utente ogniqualvolta si creasse un nuovo volume su High Sierra, anziché trattarle come stringhe nascoste.

Il nuovo update è già disponibile su Mac App Store e ne è ovviamente consigliata l’installazione, in quanto chiude una falla particolarmente pericolosa per chi ha a cuore la sicurezza: in questo modo la creazione di un nuovo volume crittografato su APFS non metterà più a repentaglio la sicurezza utente, minacciata da un campo di testo che interpretava come “Suggerimento” la password impostata.

Articoli simili

macOS High Sierra, risolto un bug cruciale

Un rischio non da poco, quindi, soprattutto per chi è solito condividere l’ambiente macOS High Sierra con altri utenti senza creazione di account separati. Il nuovo update (versione 10.13) proporrebbe inoltre una risoluzione contro un bug che consentiva di sottrarre le credenziali memorizzate nel Keychain, anche da attacco remoto, e aggiornamenti di second’ordine tra cui la fluidità dei movimenti del cursore in alcune applicazioni grafiche per macOS.

Entra sul canale Telegram !