Moments by Facebook: dagli USA senza riconoscimento facciale

Tra i servizi offerti da Facebook, è da poco arrivato in Europa uno dei più attesi e che ha generato più hype visto che gli americani ce l’hanno da quasi un anno e ne parlano molto bene: Facebook Moments.

Facebook Moments è un’app sviluppata dallo stesso team di programmatori del social in blu ed è completamente dedicata alla condivisione delle foto. Permette di caricare e gestire i nostri album fotografici senza passare dall’app principale e dal diario: in questo modo il tutto è più snello e divertente. Ma la feature di punta di questo servizio in USA è il riconoscimento facciale mediante la cam dello smartphone che permette di aggiungere velocemente i tag. Una feature che l’Unione Europa ha bocciato perché viola la privacy dell’utente raccogliendo dati biometrici senza il suo consenso. Il fatto che l’utente in questione, comunque, voglia di sua spontanea volontà caricare una foto online non costituisce attenuazione della violazione. Quindi stop, abbiamo Facebook Moments ma senza la feature.

Situazioni analoghe si sono verificate nello stato americano dell’Illinois e in Canada. La preoccupazione ai piani alti di Facebook è che queste accuse limitino fortemente la diffusione dell’app, tanto più che, privata della feature in questione, Facebook Moments è molto meno attraente di quello che sembra: un semplice gestore di album fotografici.

Fatto sta che Facebook Moments è scaricabile per piattaforma iOS o Android dagli store corrispondenti, appena avviata vi chiede di loggarvi con le credenziali del vostro account Facebook e richiede l’accesso alle foto presenti sullo smartphone. Accettata la richiesta, decidiamo se attivare o no le notifiche mentre l’app sincronizza la cartella delle foto. A quel punto possiamo cominciare a creare i nostri momenti fotografici cliccando sull’icona con il tasto +.

Entra sul canale Telegram !

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.