Neurostimolazione: imparare ad alta velocità

0

Ricordate il film Matrix? Ad un certo punto il personaggio di Morpheus porta il protagonista Neo dentro Struttura, il software dove si possono installare le abilità nel cervello umano in pochi secondi come se fossero un software. Fantascienza? Certamente. Fatto sta che alcuni ricercatori hanno scoperto che è possibile implementare un’informazione nel cervello umano. State calmi: non riusciremo a imparare un’arte marziale in pochi minuti ma le possibilità di applicazione sono infinite. E attirano l’attenzione sin dalla definizione di questo processo: neurostimolazione.

Il punto di partenza di questo studio sulla neurostimolazione è la capacità innata del nostro cervello di adattarsi al nostro modo di pensare e accrescere così il nostro grado di apprendimento. Dalla comprensione di questa capacità il dottor Matthew Phillips e il suo team stanno cercando di stimolare adeguatamente determinate aree del cervello al fine di rendere più veloce la memorizzazione di alcune competenze specifiche come ad esempio un manuale di volo.

Ben lungi dallo sforare nel tema fantascientifico, la neurostimolazione è un processo piuttosto complesso che avvicina l’intelligenza umana a quella artificiale realizzando quella singolarità che sta alla base delle strutture intelligenti. Singolarità che fa rima Plasticità, ovvero quella capacità di adattarsi di cui si parlava prima.

Entra sul canale Telegram !