OnePlus, un’app preinstallata sugli smartphone del brand registra le azioni degli utenti

A qualche giorno dal debutto ufficiale di OnePlus 5T, il brand torna ancora al centro del mirino per via di alcune problematiche di privacy che questa volta sembrano essere originate da una vera e propria app, e non semplicemente dal monitoraggio effettuato dalla casa orientale nei riguardi del traffico Wi-Fi e di alcune abitudini d’uso dei celebri smartphone top di gamma OnePlus. Si tratterebbe di OnePlusLogKit, app installata di default in Oxygen OS, in grado di salvare i log Bluetooth, NFC, GPS e Wi-Fi direttamente sulla scheda microSD del device.

OnePlus: app di Oxygen OS al centro dell’attenzione

Articoli simili

Il logging dei dati personali in merito all’uso del Wi-Fi e della connettività generale diventa particolarmente “semplice” per chi possiede dei tool ad accesso remoto (generalmente malware) in grado di accedere allo smartphone vittima; dal momento che la procedura in questione sembra essere rootless (non è nemmeno necessario l’uso di Android Debug Bridge).

Essendo possibile ottenere, tramite i permessi concessi all’app, anche i log in merito alle attività in esecuzione (processi e servizi), OnePlusLogKit si rivela particolarmente infido: molti utenti iniziano a sperare che il bug che comporta la sua presenza venga velocemente patchato da OnePlus, già più volte ripresa in tematiche di security nel corso del tempo.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Entra sul canale Telegram !

Commenta questa News :-)

L'indirizzo email non verrà pubblicato.