Predictive World: il potere dei big data

0

Conoscete la storia di Pollicino? Io credo di si. Tutti noi quando esercitiamo il nostro operato da internauti disseminiamo la rete con minuscole briciole di dati che, se seguite a ritroso, possono ricondurre a noi. Oltre a un’attenta pianificazione delle proprie azioni in rete, un sistema per controllare questo flusso di dati si chiama Predictive World.

Cos’è?

Predictive World è una risorsa online accessibile preferibilmente via Microsoft Edge a causa di problemi di compatibilità con altri browser. L’utilizzo è del tutto anonimo anche se per accedervi si possono utilizzare le credenziali di Facebook. Dopo pochi secondi quello che vi si spiegherà davanti sarà un insieme di informazioni sul vostro conto riguardanti le vostre preferenze, le vostre abitudini e persino l’aspettativa di vita elencate in un grafico di facile lettura.

Come funziona?

Alla base di Predictive World c’è un sistema di algoritmi predittivi messi a punto dall’Università di Cambridge e già utilizzati, anche se in parte, per la realizzazione del videogame Watch Dogs 2 dove l’hacking la fa da padrone. Dico hacking perché conoscere i gusti e le preferenze di un utente può permettere di predire il suo comportamento e quindi in termini di sicurezza ci si potrebbe trovare alla mercé di qualsiasi compagnia commerciale e invischiati in campagne pubblicitarie sgradevoli e non desiderate. Gli algoritmi di cui sopra scandagliano il web alla ricerca di informazioni sul vostro conto e fanno delle previsioni.

C’è del buono

In ogni caso e sotto alcuni aspetti Predictive World nella sua forma pubblica e gratuita permette veramente di farci un’idea della quantità di materiale che abbiamo lasciato in rete da quando essa è diventata la nostra seconda casa. E da questi dati non possiamo che imparare.

Entra sul canale Telegram !