Privacy: difendiamola con i consigli della Mozilla Foundation

0

La fondazione Mozilla ha da anni sposato la cultura della privacy promuovendola come uno dei fattori che contribuiscono ad uno sviluppo sano della rete: nel mondo di internet, che vive della vendita di volumi incalcolabili di dati sensibili, saper difendere la propria privacy è il primo passo verso quel miraggio che risponde al nome di sicurezza informatica.

Per questo motivo e in occasione del Data Privacy Day di ieri, Mozilla ha rilasciato la guida alla privacy che si compone di 5 punti salienti:

  • Sappiamo tutti che Google è il migliore motore di ricerca ma in questione di privacy sia il sito che il SO Android non sono il massimo quindi se vogliamo comunque usare un servizio di ricerca possiamo rivolgerci a siti come DuckDuckGo.
  • Navigazione anonima. Grazie a questa modalità possiamo evitare che il browser registri la cronologia e quindi non saremo tracciati in rete.
  • Saper usare i componenti aggiuntivi di Firefox per la privacy. Lightbeam per scoprire chi ci sta osservando online e con quali siti di terze parti siamo entrati involontariamente a contatto; Ghostery che può rilevare tracker, beacon e web bugs invisibili in alcune pagine web e permette di bloccarne l’esecuzione degli script; Privacy Coach che crea una schermata con le impostazioni essenziali per la privacy e le ordina in funzione dell’utilità.
  • Abilitare Do Not Track. Si tratta di una feature di Firefox che ci permette di impostare in che modo vengono raccolte e utilizzate le nostre informazioni personali online.
  • Aggiungere il pulsante Dimentica mediante il quale possiamo decidere se eliminare fino a 24 ore di cronologia su Firefox.

Il resto, in materia di privacy, è lasciato al nostro buonsenso. Facciamone buon uso.

Entra sul canale Telegram !