Ritorno al futuro: a Stanford nasce l’elettricità wireless

0

Chiunque abbia qualche rudimento di elettrologia o magnetismo sicuramente saprà che per far scorrere corrente elettrica e quindi fornire potenza a un dispositivo è necessario mettere a contatto elettrico alimentatore e dispositivo con un filo di materiale conduttore. Ebbene, a Stanford, un team di ricercatori è riuscito a trasmettere potenza elettrica in modalità wireless, sfruttando le ultime frontiere del sapere e dell’inventiva in questo settore.

Il wireless sposa l’induzione

L’idea alla base di questo progetto è che una bobina, attraversata da una corrente, genera un campo magnetico che, a sua volta, è in grado di far sorgere una corrente su un’altra bobina posta nelle vicinanze della prima. Questo fenomeno, scoperto un paio di secoli fa e definito come induzione, è alla base della teoria dell’elettromagnetismo e delle applicazioni ad essa correlate. Si tratta in tutto e per tutto di un trasferimento di caratteristiche elettriche da un conduttore a un altro in modalità wireless. Un complicato circuito elettronico gestito da un amplificatore operazionale, un dispositivo in grado di svolgere attivamente operazioni sulle grandezze elettriche, adatta la giusta frequenza di lavoro per le bobine affinché esse offrano la massima efficienza.

L’esperimento in pillole

L’esperimento dei cervelloni di Stanford consisteva nell’alimentare in wireless un utilizzatore (una piccola lampadina a LED) quando esso si trovava ad una certa distanza dall’alimentatore. In questo caso la potenza elettrica da trasferire si aggira nell’ordine dei mW (milliWatt) ovvero un migliaio di volte più piccola del Watt. L’esperimento è andato a buon fine e la lampadina è rimasta accesa finché si è trovata in un raggio di un metro circa dall’alimentatore.

Le possibili applicazioni

Con un sistema di trasferimento di potenza elettrica wireless si apre un mondo di possibili applicazioni. L’idea a cui hanno pensato i ricercatori di Stanford riguarda le auto elettriche, le quali potranno ricaricarsi in movimento semplicemente passando in una zona in cui agisce un alimentatore wireless. Applicata al mondo dei trasporti, questa sperimentazione apre le porte a un futuro in cui qualsiasi mezzo di trasporto potrebbe essere elettrico.

Source Wired

Entra sul canale Telegram !