Samsung: adesso anche le lavatrici esplosive

0

La fine del 2016 sarà per Samsung il termine di un periodo orribile durante il quale più che il calo delle vendite e il conseguente minicrollo del titolo in borsa, brucia il danno all’immagine causato dalla ben nota vicenda del Note 7 e delle sue autocombustioni improvvise. Ad aggiungere drammaticità alla situazione ci si sono messe anche le lavatrici prodotte dal colosso coreano.

Houston abbiamo un problema

Pare infatti che durante il bimestre tra Settembre e Ottobre i centri clienti americani di Samsung abbiamo visto crescere in modo preoccupante le lamentele degli acquirenti di alcuni modelli di lavatrici che avrebbero causato danni a cose e a persone. Una famiglia del Texas ha avuto un muro danneggiato dal decollo della parte superiore dell’elettrodomestico mentre altri clienti lamentano contusioni e spaventi di un certo livello.

Lavatrici come il Note 7? No, peggio!

L’ennesima doccia fredda per Samsung è arrivata qualche giorno fa quando le analisi hanno confermato che quasi un intero stock di lavatrici con carica dall’alto di ultima generazione presenterebbe problemi strutturali quando di lavano capi ingombranti come le lenzuola. In questi casi le vibrazioni riescono a divellere i dadi di fissaggio e intere parti dell’elettrodomestico vengono lanciate nello spazio circostante. Verrebbe anche da ridere se qualcuno non si fosse trovato disgraziatamente nella traiettoria dei proietti e abbia riportato contusioni non da poco.

La reazione del colosso coreano

Immediate sia le scuse da parte di Samsung (e il rimborso) che il ritiro dal mercato dei prodotti potenzialmente pericolosi. Decisione tempestiva ma non sufficiente a ridurre le polemiche sulla pericolosità della tecnologia quando non vengono seguite semplici regole per la salvaguardia della salute del consumatore. Un ulteriore crepa all’immagine dell’azienda orientale già messa a dura prova.

Entra sul canale Telegram !