Samsung Galaxy Note 10, phablet Android top, potrebbe debuttare con nuove batterie al grafene

L’ultimo arrivato di una delle gamme di phablet Android più ambite e discusse, Samsung Galaxy Note 10, potrebbe debuttare nel 2019 completo di una soluzione hardware alquanto particolare: nuove batterie al grafene, create dalla casa coreana allo scopo di sostituire gradualmente le attuali Li-ion (lithium-ion) ottenendo il 45% in più di carica disponibile.

Samsung Galaxy Note 10: batterie al grafene al centro del phablet?

Articoli simili

Oltre al beneficio più evidente, ovvero estendere nel tempo l’autonomia della batteria del phablet, la nuova tecnologia al grafene abbatterebbe i tempi di ricarica ad 1/5 di quelli attuali: ciò significa che se una classica batteria Li-ion richiede 1 ora per un ciclo di ricarica completo, l’alternativa al grafene necessiterebbe di soli 10-12 minuti.

Le nuove batterie al grafene per i device Samsung si propongono inoltre di essere più eco-friendly e in grado di usurarsi molto meno rispetto alle alternative classiche: oltre ad evitare scenari “alla Galaxy Note 7”, questa innovazione potrebbe addirittura superare il record attualmente detenuto da Huawei Mate 20 Pro, in grado di ricaricarsi del 70% in 30 minuti.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Entra sul canale Telegram !

Commenta questa News :-)

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy