Samsung Galaxy S10 include un co-processore AI dedicato alla fotografia computazionale

Sulla scia dei continui upgrade offerti da Huawei e Google con le prime applicazioni delle potenzialità dell’AI ai propri smartphone di punta, anche Samsung ha scelto di imitarle affiancando al potente Exynos 9810, chipset presente nei top di gamma Galaxy Note 9 e S9, un co-processore prevalentemente focalizzato sulla sicurezza nella conservazione dei dati biometrici dell’utente.

Questo approccio potrebbe diventare ancora più specifico e ampio con l’arrivo del top di gamma 2019 Galaxy S10, che oltre al fiammante Exynos 9820 incorpora un secondo co-processore dedicato espressamente all’image recognition ed agli edit fotografici realizzati con reti neurali.

Articoli simili

Samsung Galaxy S10: il top di gamma con co-processore fotografico

Galaxy S10 si presenterebbe così come uno smartphone top munito di funzioni AI, neural network e riconoscimento vocale, così come feature di image enhancement abbastanza evolute e incentrate sull’intelligenza artificiale mobile.

Considerando che l’evoluzione dei chipset Exynos ha già varcato la soglia dei 7 nanometri EUV (realizzati con litografia ultravioletta di ultima generazione), l’aggiunta di un secondo processore dedicato all’enhancement fotografico potrebbe significare un vantaggio significativo per la casa coreana, specialmente in seguito ai progressivi miglioramenti in tale campo da parte della Mela, Big G e Huawei.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Entra sul canale Telegram !

Commenta questa News :-)

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy