Samsung Galaxy S9, processori di nuova generazione per un migliore power saving

Samsung Galaxy S9 rimane perlopiù ancora un ‘mistero’ per gli appassionati del mondo Android: sul nuovo flagship della casa coreana che debutterà entro il primo quadrimestre del 2018 si sa effettivamente poco. Nonostante questo, alcuni recenti leak lasciano trapelare qualche speranza in più per tutti coloro che vogliono un top di gamma durevole e con un power saving ben sviluppato: il segreto di S9 potrebbe risiedere, in questo contesto, proprio nel nuovo processore creato con tecnologia 8 nanometri Low Power Plus.

Samsung Galaxy S9, un chipset 8 nm per migliorare la longevità

Articoli simili

E’ da diverso tempo che Samsung tenta di colmare il gap esistente tra gli attuali processori 10 nanometri e i chipset di nuova generazione a 7 nanometri che verranno utilizzati su smartphone e affini a partire dal 2018: Galaxy S9 potrebbe essere il benchmark perfetto per gli 8 nanometri, in attesa di device sempre più potenti da questo punto di vista.

S9 sarà così un top di gamma potenziato da un chipset Exynos 7 nanometri LPP?
Al momento non ci sono particolari indicazioni in merito, ma molto lascia supporre che Samsung provvederà a dare un’ulteriore spinta al settore hardware con la nuova architettura a risparmio energetico.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Entra sul canale Telegram !

Commenta questa News :-)

L'indirizzo email non verrà pubblicato.