SgXpectre è il successore di Spectre, l’attacco informatico del momento

L’ombra proiettata da Spectre, l’exploit informatico che ha terrorizzato il pubblico Intel e non solo tra il 2017 e il 2018, si fa ancora più estesa: SgXpectre è una forma ancora più evoluta e intelligente dell’attacco che già conosciamo, create come “proof of concept” negli Stati Uniti per dimostrare le vulnerabilità di buona parte dei processori moderni.

SgXPectre: l’erede di Spectre è più potente

Articoli simili

L’attacco, formalizzato da alcuni studiosi di sicurezza dell’Ohio, consentirebbe di accedere a livello admin ai segmenti di memoria protetti dalle SGX (Intel Software Guard Extensions). L’attacco alle SGX, introdotte dalla 6° generazione di chipset Intel (gamma Skylake), consentirebbe a cracker remoti di accedere a porzioni di codice protette dalle enclavi, ovvero sezioni sicure di memoria create appositamente per separarle dal resto del sistema.

SgXpectre consente di estrarre dati dalle enclavi in forma chiara, malgrado l’ambiente software in cui siano eseguite le istruzioni da proteggere sia inaccessibile dall’OS: è quindi chiaro che si tratta di una falla di alto livello, per cui Intel ha provveduto solo recentemente al rilascio di patch.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Entra sul canale Telegram !

Commenta questa News :-)

L'indirizzo email non verrà pubblicato.