Snapdragon 700, la nuova intelligenza artificiale per smartphone entry-level

Anche i dispositivi di fascia bassa meritano una AI: questa è la decisione di Qualcomm, che grazie al nuovo chipset Snapdragon 700 riuscirà ad estendere alcune basilari funzioni tipiche delle intelligenze artificiali mobile agli smartphone low-end.

Per sfruttare con successo le possibilità di Snapdragon 800 e delle sue potenzialità AI è infatti necessario utilizzare il chipset su uno smartphone di fascia alta, fatto che può precluderne l’uso ad una parte dell’utenza Android. Per questo, Qualcomm ha scelto di aprire l’uso dell’AI Engine anche ai terminali meno potenti.

Articoli simili

Snapdragon 700: arriva l’AI anche sui low-end

Snapdragon 700, di cui ancora non si conoscono però le specifiche in dettaglio, permetterà di elaborare algoritmi di machine learning evitando l’apertura del cloud, massimizzando le performance standard. I developer potranno inoltre scegliere quale CPU è più adatta ad un determinato task tra Kryo, Adreno GPU oppure Hexagon, o magari concentrarsi sulle performance fotografiche del processore Spectra.

Il supporto a Quick Charge 4+ offrirà inoltre ricarica del 50% in 15 minuti circa, connettività Bluetooth 5.0 entro l’estate 2018: i primi smartphone muniti di chipset di questa nuova promettente gamma 700 arriveranno perciò entro il 2018.

Entra sul canale Telegram !