Snapdragon 845: cosa sappiamo, ad oggi, del nuovo chipset Qualcomm?

Non è un mistero che alcuni smartphone Android top di gamma siano ormai in possesso di capacità computazionali superiori alla maggioranza dei laptop di fascia bassa: nel permettere un’accelerazione simile dal punto di vista puramente hardware a dispositivi di così ridotte dimensioni, senza dubbio va riconosciuto l’apporto di Qualcomm e della sua rinomata serie di microprocessori Snapdragon, studiati per offrire a smartphone e tablet il massimo delle prestazioni disponibili.

Il nuovo top di gamma Snapdragon 845, il system on a chip che tutti i tecnofili stanno aspettando, è il successore del già potente 835, incorporato in dispositivi di successo come Galaxy Note 8, LG V30, OnePlus 5T e Xperia XZ1: cosa sappiamo attualmente del nuovo processore “di fuoco” Qualcomm?

Articoli simili

Snapdragon 845: lo stato attuale delle novità

Al momento si suppone che 845 potrebbe essere simile a 835 per una varietà di aspetti, tra cui spicca la configurazione octacore (4 + 4), ai fini di un maggior risparmio energetico in task pesanti quali il rendering video. 845 potrebbe essere tuttavia più rapido del 20% nei single threaded task rispetto a 835, con un 15% di maggiore efficienza energetica.

La seconda novità che farà protagonista Snapdragon 845 sarà inoltre inclusa nei core high-end ARM Cortex A75, successori dei precedenti A73, che renderanno l’intero processore più adatto che mai al multimedia e alla biometria utente a partire dal 2018.

Entra sul canale Telegram !