In Spagna nascono le strisce smart

Se vivete in una città affollata e tutti i giorni dovete attraversarla godendo delle gioie (si fa per dire) del traffico cittadino allora saprete già che gli attraversamenti pedonali possono rappresentare un problema tanto per gli automobilisti quanto per i pedoni: distrazione, comportamenti al limite del civile e fatalità possono provocare pericolosi incidenti. Solo in Spagna, nel 2015, si sono registrati più di 370 morti e oltre 10.000 feriti tra i pedoni coinvolti in un incidente stradale. E proprio dalla Spagna arriva una possibile soluzione che coniuga la tecnologia e l’educazione civica: le strisce smart.

Sappiamo tutti che il codice stradale prevede che il pedone che attraversa sulle strisce ha la precedenza sulle vetture ed è altrettanto noto che questa viene intesa da molti automobilisti più come una linea guida che una vera regola di comportamento, ma che succede se il pedone attraversa in un strada poco illuminata o se l’automobilista è distratto? Ci si fa male, nel migliore dei casi. Ecco perché a Cambrils, cittadina a sud di Barcellona, stanno per essere installate le strisce smart. Queste strisce sono dotate di un sistema di sensori di pressione che rilevano la presenza di un essere umano all’inizio dell’attraversamento e segnalano prontamente tale presenza con potenti segnali luminosi a LED che attirano l’attenzione anche dell’automobilista più distratto.

Le strisce smart sono inserite nell’ambito del progetto Urban Lab e hanno un costo di appena 10.000€, una cifra che ogni comune dovrebbe mettere nel proprio bilancio spese per evitare spiacevoli complicazioni alla vita dei cittadini. Tra l’altro, Cambrils è anche nota per aver installato le pensiline a LED per le fermate degli autobus urbani e le luci semaforiche a LED.

Entra sul canale Telegram !

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.