Twitter, le app di terze parti mostrano segni di malfunzionamento: le motivazioni

Twitter e la vasta community di indie developer pronta ad offrire agli utenti app alternative, incentrate sulle API del social network di microblogging, sono in rotta di collisione: tramite un post sul blog ufficiale è infatti stato annunciato che le app di terze parti non potranno più sfruttare le API di maggior rilievo per supportare le funzioni base del social, ostacolando quindi non di poco l’operato dei developer e di servizi quali Twitterrific, Talon, Tweetbot e molti altri.

Twitter: API ok per le app di terze parti

Articoli simili

Si tratta di una news che conferma i rumor già spuntati durante i mesi passati: diverse app di terze parti incentrate sulle API Twitter ufficiali non potranno più funzionare correttamente, specialmente per quanto riguarda le feature di refresh e le notifiche push.

Developer e utenti sono ovviamente uniti dal malcontento verso questa scelta di Twitter, dal momento che le app alternative al client Twitter ufficiale sono riuscite col tempo ad espanderne le funzionalità con successo: mentre il network promette novità per Periscope e le sezioni Sondaggi, Momenti e Segnalibri, quale strategia adotteranno i dev per eludere questa situazione di stallo?

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Entra sul canale Telegram !

Commenta questa News :-)

L'indirizzo email non verrà pubblicato.