Wikileaks Vault 7: rivelate alcune tattiche di spionaggio remoto su router

0

Wikileaks, a qualche settimana dalla pubblicazione di Vault 7, il corpus di informazioni relative ad alcune delle principali tattiche di cyberspionaggio messe in pratica dalla CIA, concentra la sua attenzione su un documento online del tutto particolare, che rivelerebbe la presenza di un attacco denominato “Cherry Bomb”.

Wikileaks rivela Cherry Bomb: di cosa si tratta?

Nonostante il nome all’apparenza estroso e creativo, si tratterebbe di un exploit piuttosto pernicioso, che consente di infiltrarsi in via remota o durante lo spostamento di un router domestico lungo la “supply chain” di produzione al fine di raccogliere informazioni su dati personali e abitudini di navigazione.I device colpiti sarebbero anche gli access point, che potrebbero essere coinvolti da attacchi man in the middle in grado di mettere un potenziale ascoltatore terzo davanti a dati intercettati che si presumono sicuri e protetti dal punto di vista dell’utente.

Le ultime rivelazioni Wikileaks

Nonostante Cherry Bomb sia un exploit datato 2012, potrebbe essere ancora in utilizzo su determinate categorie di router, tra cui 25 modelli prodotti da ASUS, US-Robotics, Linksys, D-Link, Belkin, Motorola e numerosi altri: aggiornare il firmware e utilizzare connessioni criptate potrebbe al momento rivelarsi una delle poche contromisure utili al filtraggio del proprio traffico online.

Entra sul canale Telegram !