Windows 10, in arrivo scansioni antimalware più precise e rapide grazie alle GPU

Accelerated Memory Scanning: questo è il nome della più recente tecnologia che Intel ha scelto di portare a bordo dei sistemi Windows 10, al fine di sfruttare le GPU come strumenti di controllo antimalware. Si tratta di una soluzione relativamente recente, che permette di affiancare ai ‘normali’ check up effettuati dalla CPU un secondo e più efficiente vettore di analisi del PC.

Windows 10: GPU e CPU contro malware e virus

Articoli simili

La tecnologia Intel consentirebbe di utilizzare la GPU integrata in modo da ridurre il carico operativo per le CPU della gamma Core (6° – 8° generazione), il tutto al fine di scansionare il sistema in maniera più efficiente, soprattutto contro il malware incentrato su attacchi memory based.

Seguendo questo schema, è possibile portare dal 20 al 2% circa il carico CPU generale, permettendo al processore principale di concentrarsi su altri task più efficienti per l’utente, senza tuttavia perdere di vista la security. Microsoft ha già implementato AMS di Intel all’interno di Windows Defender; tuttavia si attende l’adesione di altri producer al fine di rendere questa soluzione uno standard per la maggioranza dei sistemi hardware in uso.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Entra sul canale Telegram !

Commenta questa News :-)

L'indirizzo email non verrà pubblicato.