Windows 10 diventa a pagamento dal 29 Luglio

0

Se hai intenzione di aggiornare il tuo sistema operativo a Windows 10, il consiglio è quello di sbrigarti perché il termine ultimo per poter usufruire dell’aggiornamento gratuito si sta approssimando.

Dopo il 29 luglio 2016, infatti, i possessori di una regolare licenza di Windows 7, 8 e 8.1 che vorranno usufruire della versione 10 del sistema operativo della casa di Redmond dovranno pagare il costo della relativa licenza, circa 119 dollari. Termina, quindi, il periodo promozionale di un anno che Microsoft aveva promosso per portare Windows 10 su quanti più pc possibile.

Come faccio a passare a Windows 10 ?

Il processo di aggiornamento è semplice e avviene in maniera completamente automatica tramite Windows Update. Se il tuo hardware è compatibile, noterai una notifica di aggiornamento sulla barra delle applicazioni e tutto quello che dovrai fare è cliccarci su e seguire le relative istruzioni.
In alternativa, puoi anche scaricare la ISO del sistema operativo tramite il Media Creation Tool e aggiornare attraverso un supporto esterno (una semplice chiavetta usb o un dvd).

Conviene aggiornare? Beh, sì!
A distanza da un anno dalla sua uscita, Windows 10 si dimostra decisamente maturato, sia in quanto a stabilità e prestazioni generali che in relazione all’ottimizzazione delle nuove funzionalità introdotte.

Windows 10: ecco le novità del nuovo sistema operativo WindowsCosa cambia rispetto alle precedenti versioni ?

Il sistema è anzitutto più leggero e performante rispetto alle passate distribuzioni, battendo addirittura Windows 7 nelle preferenze degli utenti. Ma sono le nuove caratteristiche e funzionalità il vero asso nella manica di Windows 10.

Partendo dal look, essenziale ed elegante, Windows 10 non ingombra la nostra visuale con il suo menu start, che anzi è stato completamente ridisegnato per poter offrire a colpo d’occhio tutte le informazioni importanti per l’utente. Addio, quindi, allo start a tutto schermo di Windows 8: il nuovo, e classico menu start è meno ingombrante e, inoltre, completamente personalizzabile.

Con questa release sono state finalmente introdotte due feature care agli utenti del mondo linux: la possibilità di aggiungere più desktop virtuali, una funzionalità che va a tutto vantaggio del multitasking, e la console Bash, novità che piace molto ai programmatori. Mediato da linux è anche Continuum, l’ecosistema che consente di far girare lo stesso Windows 10 e le stesse app (chiamate universal app) su pc, tablet e smartphone.

Cortana nella versione Windows DesktopIn aiuto all’utente arriva inoltre Cortana, l’assistente virtuale del nuovo OS, che è la vera novità di questa versione. È stata pensata anzitutto per semplificare le ricerche degli utenti, ma grazie ai continui aggiornamenti è diventata in grado di eseguire comandi vocali, scrivere note e ricordare al volo eventi all’utente.

Infine, Windows 10 è l’ultima versione di Windows a vedere la luce. Il sistema di aggiornamenti è stato infatti rivisto e velocizzato, per cui l’OS si aggiornerà automaticamente in maniera periodica e non sarà più necessario installare da capo una nuova versione.

Ecco la guida per eseguire l’aggiornamento a Windows 10: Click

Entra sul canale Telegram !